1. Introduci la tua esperienza professionale dall’università fino all’ingresso in ORBYTA.

Ho iniziato a lavorare nel mondo dell’informatica immediatamente dopo le superiori su attività di data-entry, per poi affrontare una vera e propria gavetta. Partendo dal supporto tecnico end users, passando dal supporto lato server sino ad arrivare a gestire sistemi complessi e ampi per clienti internazionali.

Poco prima di approdare in ORBYTA sono stato service manager dell’end users services di una multinazionale e, complice la mia passione videoludica, ho avuto l’occasione di frequentare un workshop presso un’azienda di videogiochi che ha sviluppato uno dei MOBA più giocati al mondo.

Grazie a queste esperienze ho potuto accrescere le mie competenze lato sistemistico vedendo diverse realtà e settori, dall’automotive al bancario, dall’assicurativo al gaming e alle telecomunicazioni.

Queste realtà variegate hanno aumentato la mia curiosità e passione dandomi lo slancio per certificarmi su diverse tecnologie.



2. Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?

Ad oggi sono Tech Lead del gruppo infrastrutture, mi occupo di coordinare le attività di natura sistemistica su vari clienti di ORBYTA e fornire consulenze specifiche sulla virtualizzazione di ambienti, hardening e gestione infrastrutturale.

Posso serenamente dire che il mio team è grintoso e coraggioso, poiché lavoriamo perennemente su ambienti produttivi e ci occupiamo di garantire la stabilità, l’efficienza e l’affidabilità delle infrastrutture affrontando problemi di diversa natura.

Mi sono sempre definito un professionista quindi mi sento di dire che il valore che porto è una grande professionalità, attenzione nei confronti dei clienti e dell’azienda in cui credo moltissimo.



3. Perché ti piace lavorare in ORBYTA?

Ho visto vari ambienti di lavoro nella mia vita ma raramente ho notato un’attenzione verso la crescita professionale del dipendente così come in ORBYTA.

L’ambiente è giovane, stimolante, divertente e costruttivo. Il tutto senza mai perdere di vista la professionalità e la serietà che contraddistingue un’azienda di valore.

Di solito sono caratteristiche che uno non considera come prioritarie, ma lo diventano subito quando le trovi e ti ci trovi dentro come in ORBYTA!

#jointherevolution

1. Introduci la tua esperienza professionale dall’università fino all’ingresso in ORBYTA.

Il mio percorso professionale inizia con il conseguimento del diploma da perito informatico presso un istituto tecnico.

Successivamente ho voluto fare un’esperienza di lavoro all’estero per migliorare l’uso della lingua inglese e per capire come andasse il mondo ICT fuori dall’Italia.

Al mio ritorno ho iniziato a lavorare presso un’azienda di software gestionale nel reparto R&D dove sono rimasto per 4 anni, per poi spostarmi su Milano in un’altra società nello stesso settore. Tuttavia, mi sono reso conto che lavorare in un ambito così specifico poteva limitare la mia crescita professionale ed è così che è iniziata la mia vita da consulente presso un cliente enterprise nel settore automotive.

Durante questa esperienza ho avuto l’opportunità di fare anche qualche trasferta in giro per il mondo entrando a contatto con realtà molto differenti. Dopodiché ho conosciuto il mondo ORBYTA e mi sono appassionato all’idea di imparare a lavorare in ambiti diversi, portando in cambio la mia esperienza professionale.

2. Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?

Attualmente in ORBYTA ricopro il ruolo di Tech Leader per la BU Digital e Mobile, gestendo un piccolo team di sviluppatori in AREA 51 (la nostra software house interna) per diversi clienti e progetti.

Il mio contributo alla causa di ORBYTA consiste nel portare la mia esperienza e la mia passione per l’ambito in cui lavoro per cercare di introdurre sempre nuove tecnologie e affrontare tutte le sfide quotidiane insieme al team.

3. Perché ti piace lavorare in ORBYTA?

In ORBYTA ho trovato l’ambiente che ho a lungo cercato in altre aziende. Un ufficio di giovani professionisti con grandi competenze, ma anche con tanta voglia di mettersi sempre in gioco e a volte uscire dalla comfort zone per affrontare nuove sfide e imparare cose sempre nuove.

#jointherevolution

1. Introduci la tua esperienza professionale fino al tuo ruolo in Orbyta.

Ho iniziato a lavorare appena finiti gli studi facendo la più classica delle gavette. Partendo dall’assistenza tecnica allo sviluppo di siti web. Con gli anni e l’acquisizione di nuove competenze, ho svolto la mansione di sistemista, seguendo progetti di grosse dimensioni e lavorando in alcuni dei più grossi CED del nord Italia.

Nel tempo ho iniziato ad interessarmi alle applicazioni e questo mi ha permesso di supportare le grosse aziende in quella che ora è la trasformazione digitale.

In Orbyta porto la mia esperienza di Architect ed esperto del mondo collaborativo della suite Office e più in generale del Cloud.

2. Visto il recente ingresso di Infogest e la tua partecipazione nella società, qual è il valore che quest’ultima porta al Gruppo ORBYTA?

Infogest è una Società storica nel panorama torinese, fondata da mio padre nel 1984, nonché il mio trampolino di lancio nel mondo ICT. Il fatto che grazie ad Orbyta riesca ad avere una seconda giovinezza mi rende estremamente felice e orgoglioso.

Sono sicuro che l’ingresso possa dare maggiore forza all’attività più classica di rivendita ed assistenza sistemistica, andando ad aggiungere un importante tassello al già completo ecosistema Orbyta.

3Perché ti piace lavorare in Orbyta?

Il primo contatto che ho avuto con Orbyta è stato estremamente positivo. Ambiente dinamico, persone giovani e determinate, tutti molto affiatati e con tanta voglia di spingere e di investire sulle persone.

L’azienda ha visto il mio potenziale oltre alle mie competenze, ed è così che mi ritrovo, soddisfatto, a collaborare con questa splendida realtà.

#jointherevolution

  1. Introduci la tua esperienza professionale fino all’ingresso in ORBYTA.

Già da bambina avevo capito che la creatività era la mia strada, quando a 7 anni alcuni problemi di salute mi hanno costretta a trascorrere molte ore di degenza in ospedale.

Per non annoiarmi ho cominciato a disegnare le pubblicità prese dalle riviste di moda che venivano lasciate sul mio comodino. Così la mia mente ha cominciato a strutturarsi sempre di più nel comprendere la pubblicità e da lì è nato il mio stile. Una volta dimessa ho abbandonato i disegni, che poi successivamente ho scoperto essere esposti nelle sale d’aspetto. 

Ho poi studiato grafica e mi sono diplomata in comunicazione pubblicitaria. Dopo le primissime esperienze lavorative, ho deciso di specializzarmi e intraprendere la mia carriera nel mondo della comunicazione: il mio grande trampolino di lancio è stato lavorare per l’azienda cosmetica Kelemata, dove mi sono affermata da subito come creativo di spicco lavorando con due direttrici francesi. Non capivo nulla di francese, ma ho capito, invece, che la creatività è una lingua universale. 

Poi il passo nelle grandi agenzie dove ho avuto l’onore di lavorare per importanti clienti internazionali, Johnson & Johnson, L’Oreal, Conserve Italia, Amadori, Condorelli, Banca Zurich, sono alcuni dei grandi marchi per cui ho lavorato in 10 anni di carriera.

In tutte queste esperienze ho avuto la fortuna di apprendere da grandi Art Director, facendo una dura gavetta dal punto di vista tecnico e gestionale.

All’arrivo dei miei bellissimi figli decido di cambiare: mi metto in proprio e fondo la mia realtà. Ad oggi questa decisione mi ha portata ad essere Direttore Creativo di CREO, agenzia del Gruppo ORBYTA.

2. Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?

In ORBYTA il mio compito è quello di portare un’eccellenza, fatta di anni di esperienza, competenza e di imbattibile senso estetico ed emotivo. 

Nella parte più pratica gestisco i clienti nella comunicazione, dal brand al web design, dal packaging al social media management. La mia è una figura di riferimento, che deve capire le necessità del cliente e aiutarlo a guardare oltre, il tutto coordinando le varie competenze e risorse che sono di supporto nello sviluppo dei progetti. 

3. Perché ti piace lavorare in ORBYTA?

Mi piace lavorare in ORBYTA perché ci accomuna l’entusiasmo, il fare parte di un gruppo forte e dinamico, inoltre è un’azienda che si pone obiettivi vincenti e uno spazio dove poter “fare”. 

#jointherevolution

Introduci la tua esperienza professionale dall’università fino all’ingresso in ORBYTA.

In sei anni ne ho percorsi di kilometri. Inizialmente lungo tutta la Calabria, offrendo la mia consulenza da imprenditore per i miei clienti. Lavoravo in una banca, trattavo tutti i servizi finanziari. 

Decido poi e mi sposto, capovolgendo lo Stivale. La voglia di mettermi in gioco non mi manca. Entro così a far parte di un’assicurazione sanitaria storica italiana. 

La mia esperienza mi ha insegnato a mettere davanti le persone, i clienti, ai miei titoli. Ho imparato ad ascoltare e a relazionarmi con diverse tipologie di interlocutori. 

Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?

Sono un anello in una catena. Mi piace portare entusiasmo e voglia di fare. Mi piace mettermi in gioco sfruttando le mie competenze tecniche-informatiche e funzionali dei processi assicurativi. 

Analizzo i processi informatici e ne modello le soluzioni presenti. Con il mio team costruiamo le soluzioni future. Facciamo in modo che gli ERP societari rispondano a pieno alle esigenze degli utilizzatori, nel rispetto delle caratteristiche tecniche del prodotto. 

Perché ti piace lavorare in ORBYTA?

Sarà che per anni ho lavorato in una società cui lo slogan è “Costruita intorno a te”, ma in ORBYTA sento davvero la vicinanza della struttura e la loro presenza.

È una società dinamica e proattiva ed è in continua evoluzione. Caratteristiche che rispecchiano il mio modo di intendere il lavoro per non perdersi le opportunità di business.

Scelta che rifarei, rifarei mille volte ancora! 

#jointherevolution

Introduci la tua esperienza professionale dall’università fino all’ingresso in ORBYTA 

Nel luglio del 2019 mi sono laureata in Lingue e letterature moderne presso l’Università degli Studi di Torino. A differenza di altri percorsi di formazione, sapevo che, terminati gli studi, avrei dovuto tracciare la mia strada e costruirmi un profilo professionale. 

Conseguita la laurea, ho iniziato a cercare contesti in cui potessi esprimermi al meglio e, dopo qualche esperienza in diverse realtà, è iniziato il mio percorso nell’ambito delle risorse umane presso un’agenzia per il lavoro.

L’esperienza in agenzia mi ha fatto appassionare al punto di voler ampliare la conoscenza del settore anche all’interno di un contesto aziendale. Di qui l’inizio in ORBYTA nel luglio del 2020 nell’ufficio HR.

Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?

L’esperienza di stage nell’ufficio HR termina a febbraio 2021 con il mio ingresso in ORBYTA People.

Oggi mi occupo della gestione del flusso paghe per le società del gruppo e del servizio payroll e gestione risorse umane che offriamo alle aziende clienti. 

Il valore che porto all’azienda si traduce in passione, impegno ed entusiasmo. Mi piace lavorare bene e sodo per contribuire al raggiungimento degli obiettivi e al miglioramento dei processi.

Perché ti piace lavorare in ORBYTA?

Mi piace lavorare in ORBYTA perché viene dato valore alla parola di ciascuno. È un contesto dove è possibile esprimere il proprio potenziale, confrontarsi e formarsi.

Ogni giorno si vive una realtà stimolante e dinamica affiancata da professionisti che sono veri e propri mentori per la crescita personale e professionale.

Essere un Orbyter va oltre il concetto di lavoro. Significa condividere un progetto, avere una visione comune che stimoli la costante crescita di tutto il gruppo ed io sono contenta e fiera di farne parte.

#jointherevolution

Introduci la tua esperienza professionale dall’università fino all’ingresso in ORBYTA.

Mi sono laureata nel 2014 presso l’Università degli studi di Torino e da subito ho iniziato a lavorare in ambito amministrativo per piccole realtà.
Dopo le prime esperienze professionali da neo laureata, mi sono avvicinata al mondo delle risorse umane in un’azienda di medie dimensioni del territorio piemontese. A fine 2017 sono stata contattata da ORBYTA per occuparmi a tutto tondo di risorse umane.

In questi anni ho potuto frequentare diversi corsi di formazione e aggiornamento nel mio settore che mi hanno permesso di sviluppare le mie competenze e verticalizzarle in ambiti definiti.

Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?

In ORBYTA mi occupo di gestire e coordinare l’area delle risorse umane. Il valore aggiunto che porto è determinato dalla passione e dalla costante voglia di accrescere le mie competenze e quelle del mio team.

Ci piace avere un rapporto diretto e trasparente con ogni persona in azienda e tutti i giorni diamo il massimo per portare energia e senso di appartenenza tra le pareti dei nostri uffici, ma non solo.

Credo fortemente che condividere la vision aziendale sia un requisito fondamentale per riuscire a sviluppare un forte senso di engagement tra tutti.

Perché ti piace lavorare in ORBYTA?

Ci sono diversi fattori che mi rendono fiera e orgogliosa di lavorare in ORBYTA. Il primo fra tutti è sicuramente la stima che nutro per le persone con le quali mi interfaccio quotidianamente; il continuo confronto con ciascuna di esse mi permette di migliorare professionalmente e personalmente.

Subito dopo, ma strettamente collegato, vi è la forte energia che si percepisce; non esiste un giorno uguale all’altro e sicuramente la noia non è di casa!

In ultimo, di fondamentale importanza, c’è lo spirito di condivisione: ogni traguardo, ogni sfida, ogni obiettivo viene vissuto da tutti.

Le persone sono il grande valore dell’azienda e sapere che ciascuna di loro dà il massimo è un grandissimo risultato.

#jointherevolution

Introduci la tua esperienza professionale fino al ruolo che ricopri attualmente

Sono oramai più di 20 anni che lavoro nel mondo dell’Information Technology, ricoprendo tutti i ruoli possibili, dalla consulenza, allo sviluppo software, fino al management e coordinamento strategico. Ho avuto la possibilità di collaborare non solo con colleghi e clienti nazionali, ma anche europei ed extraeuropei. Direi che dalla Laurea in Informatica conseguita negli anni 90, parliamo dello scorso millennio, l’evoluzione tecnologica ha dato l’opportunità a me, come a tante altre persone nell’ambito, di poter evolvere ed imparare sempre qualche cosa di nuovo. Mi piace pensare che la mia esperienza professionale vive di un’evoluzione dinamica costante fatta di sfide tecnologiche e nuove avventure, anche digitali. 

Perché hai scelto ORBYTA? 

Perché sono appassionato di astronautica e non potevo trovare azienda migliore di questa (l’alternativa poteva essere SpaceX!!) 😀  
Scherzi a parte, ho scelto ORBYTA perché qui ho trovato sin da subito tutte le caratteristiche fondamentali che ho sempre cercato all’interno del mondo lavorativo, quali professionalità, trasparenza, competenza e collaborazione, tutte adeguatamente bilanciate e contornate da una sana voglia di lavorare divertendosi.  

Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?  

Il mio ruolo è quello di supportare il gruppo ORBYTA nel raggiungere gli obbiettivi sfidanti che si è posto per gli anni a venire, organizzando e gestendo la crescita in modo adeguato a poter cogliere le sfide che il mercato ci riserverà nel prossimo futuro. 
Sarà un vero piacere integrare la mia esperienza all’interno di una squadra già avviata ed affiatata in un percorso sinergico di gruppo, per supportare i clienti al cambiamento, all’evoluzione ed alla crescita in un mercato sempre più complesso e globale. 

#jointherevolution

ELISA CALCATERRA

Introduci la tua esperienza professionale dall’università fino all’ingresso in ORBYTA.

La mia esperienza professionale inizia durante il periodo universitario quando, per finanziare i miei studi presso la facoltà di Informatica, lavoravo part-time come barista.

Il mio percorso in Orbyta inizia al terzo anno di università quando ho avuto l’occasione di svolgere il tirocinio e il mio progetto di tesi in azienda.

Durante questo periodo formativo ho avuto il piacere di collaborare con persone propositive e di esperienza che mi hanno affiancato nello svolgimento delle attività. 

Questo mi è bastato per decidere che Orbyta era l’azienda giusta nella qualle accrescere le mie competenze e diventare una figura professionale completa.

Di cosa ti occupi e che valore porti all’azienda?

Attualmente sono inserita all’interno del team di sviluppo mobile. Nello specifico, utilizzando Xamarin, sto sviluppando un’applicazione per Android e iOS; ho inoltre avuto l’occasione di partecipare allo sviluppo di applicazioni web approfondendo sia il lato back-end sia quello front-end.

Il valore che porto all’azienda è anche il mio punto di forza: la mia continua ricerca di nuove sfide. Non mi tiro mai indietro quando è necessario imparare nuove tecnologie per progetti innovativi.

Perché ti piace lavorare in ORBYTA?

Orbyta è un ambiente stimolante che, giorno dopo giorno, mi sta insegnato tanto sia a livello professionale sia a livello personale. Tutti i giorni ho la possibilità di accrescere le mie conoscenze e la mia esperienza nel campo ICT. 

#jointherevolution

DANIELA CUTAIA

Introduci la tua carriera professionale fino al ruolo di CEO;

Tutto comincia con la mia laurea magistrale in giurisprudenza nel 2012 a seguito della quale intraprendo la pratica professionale forense, lavorando sia in ambito societario sia privatistico.

Al termine dei 18 mesi di praticantato ho sostenuto l’esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense e così nel 2015 sono diventata avvocato.

Negli anni immediatamente successivi ho conseguito diverse specializzazioni frequentando dei master in materia di diritto societario e nel 2017 ho costituito, insieme a Fabio Aquila, la mia prima società, quella che è la attuale Orbyta Compliance.

Nel 2018 ho ceduto le mie quote della Orbyta Compliance alla capogruppo Orbyta per dedicarmi interamente alla professione forense fornendo supporto legale a tutte le società del Gruppo.

L’elevata sinergia tra le società del gruppo Orbyta e l’ambizione di offrire alle imprese servizi diversificati, ma al contempo integrati ha fatto sì che a gennaio 2021 sia maturata, insieme a Fabio Aquila e Lorenzo Sacco, l’idea di sviluppare l’area legale e di costituire la Orbyta Legal starl di cui attualmente rivesto il ruolo di CEO.

Qual è il valore che ORBYTA LEGAL ha portato al Gruppo ORBYTA?

Elemento che contraddistingue il gruppo Orbyta è il valore delle persone che ne costituiscono la linfa vitale, così come anche le competenze proprie di ciascuna delle società che lo compongono.

La presenza di una società di avvocati all’interno del gruppo offre la possibilità di essere sempre in linea con le novità normative, di disporre sempre del necessario supporto legale in ogni momento della vita societaria nonché di suggerire ai clienti le migliori soluzioni possibili con un riscontro quanto più possibile immediato ed efficace.

In che modo ORBYTA ha aiutato a realizzare i tuoi progetti?

L’ambiente stimolante e l’entusiasmo in Orbyta mi hanno aiutata molto, dandomi il supporto e la spinta motivazionale che mi serviva per compiere il grande passo dall’essere una libera professionista a diventare CEO di una Legal Firm. 

Inoltre, aver avuto in questi anni il privilegio di seguire come avvocato un gruppo del calibro di ORBYTA, mi ha consentito di crescere professionalmente, e di affrontare tematiche stimolanti e di alto livello, cercando il più possibile di fornire un contributo di valore.

Se dovessi dare un consiglio a chi aspira ad aprire una società, quale sarebbe?

Il mio consiglio è di seguire sempre le proprie ambizioni. Quando si decide di intraprendere un progetto si incontrano inevitabilmente delle difficoltà, ma non bisogna arrendersi: è importante insistere sempre e credere profondamente in ciò che si fa. Sono una forte sostenitrice del potere della perseveranza e della resilienza, che credo siano decisivi per definire il successo di un progetto. 

#jointherevolution